sabato 11 agosto 2007

CROSTATA DI ANGURIA


INGREDIENTI PER UNA CROSTATA DI 20/22 CM.

Succo di anguria: un litro
Amido di Mais: 100 grammi
Zucchero: 150/200 grammi
Maraschino: due bicchierini
Cioccolato fondente: 100 grammi
Panna liquida: due cucchiai
Vainiglia: dieci gocce di essenza o un bustina
Pistacchi: una manciata

Preparare la frolla con 300 grammi di farina, 100 grammi di burro, 100 grammi di zucchero,
due uova, della buccia di limone grattuggiata e un pizzico di sale, impastare il tutto e mettere in frigo per una mezzoretta, in tanto prendere l'anguria togliere la buccia e i semi e passarla al passa tutto fino a ricavare un litro di liquido, prendere una parte e sciogliere l'amido, mettere il tutto in una pentola aggiungere il maraschino, la vainiglia, lo zucchero e mescolare, assaggiare per vedere la dolcezza del composto, questo dipende anche dalla dolcezza dell'anguria, eventualmente mettere ancora un poco di zucchero, mettere la pentola sul fuoco e fare addensare, mescolando bene per non creare dei grumi, una volta raggiunta la consistenza
cremosa, toglierla dal fuoco e fare raffreddare, in tanto foderare lo stampo con carta forno,
stendere sopra la sfoglia e metterla in forno caldo a 180 gradi per dieci minuti, mettendo sopra un foglio di carta forno e del peso, ( ceci, fagioli o altro, di modo che cuocendo non si gonfia) fare sciogliere il cioccolato con la panna, togliere la crostata dal forno liberarla dei ceci o altro fare intiepidire e versare sul fondo il cioccolato, aggiunere la crema d'anguria e il pistacchio tritato grossolanamente rimettere in forno per circa trenta minuti.

6 commenti:

nonna fusion ha detto...

Da brava siciliana la tua crostata mi entusiasma, conoscevo il gelo di melone, ma la tua ricetta è senz'altro da rifare anche se è un attentato alla linea.
Ma..."dove c'è gusto non c'è perdenza"

nino ha detto...

Hai perfettamente ragione
Ciao Nino

renata ha detto...

ma il gelo quando raffredda diventa quasi solido! devo fare una cassata al forno con il gelo di mellone e non so se è meglio infornare tutto, con il gelo ancora caldo, oppure aspettare ,come suggerisci tu, che il gelo si freddi. renata

nino ha detto...

Cara Renata, il gelo raffreddandosi, non diventa solido, come hai `potuto leggere deve raggiungere la consistenza di una crema, un volta in forno continuando a cuocere diventa più solida.
Ciao

emilia ha detto...

Non avevo mai e dico mai visto una crostata del genere. Aspetto l'estate per provarla.Bravo Nino

SCRAPUCINA ha detto...

Alla prossima anguria che mi capita per le mani sperimento questa ricettina...da leccarsi i baffi immagino!!!