lunedì 23 marzo 2009

SFINCI


Dolce tradizionale Siculo, direi con una spiccata tradizione Palermitana in onore di San Giuseppe, lo trovo estremamente godurioso e libidinoso.
Dedico la ricetta a Rosaria una carissima AMICA credo che Lei racchiude tutti i sapori, gli umori, una donna deliziosa.

INGREDIENTI PER LA PASTA

Farina 00: 400 grammi
Acqua: 400 grammi
Burro: 50 grammi
Sale: un cucchiaino
Uova: 12
Olio di semi di arachidi: q.b.

PER IL RIPIENO E GUARNITURA

Ricotta: due chili
Scaglie di cioccolato: 100 grammi
Zucchero semolato: 200 grammi
Buccia di due arance grattugiata
Aroma fiori d'arancio: due fialette
Grand Marnier: due bicchierini
Bucce d'arance candite
Granella di pistacchi
Ciliege candite

PREPARAZIONE

Incominciamo a preparare il ripieno, setacciando la ricotta da un passino a maglia stretta, se necessario due volte e lavorarlo con lo zucchero, si deve ottenere una crema fine e setosa, aggiungere le scaglie di cioccolato, le due fialette, il grand marnier e amalgamare bene.
La crema si può preparare anche il giorno prima.
Facciamo la buccia d'arancia candita, con un pela patate sbucciamo le arance necessarie facendo attenzione di eliminare la parte bianca, tagliarle a striscioline e farle sbollentare per cinque minuti, buttare l'acqua e ripetere l'operazione ancora una volta, questo serve per eliminare il gusto amarognolo, scolarle, mettere 100 grammi d'acua e 100 di zucchero e fare caramellare, appena pronte, toglierle e passarle nello zucchero semolato, anche queste si possono preparare con giorni di anticipo.
prepariamo la pasta, mettiamo in un tegame, l'acqua, il burro e il sale e portiamo ad ebollizione, togliamo dal fuoco, versiamo di un solo colpo la farina, rimestiamo bene e la rimettiamo sul fuoco, sempre rimestando, fino a quando non si stacca dal fondo, una volta che si stacca, la pasta è pronta, la facciamo intiepidire e aggiungiamo le uova una per volta, fino ad assorbimento, continuare cosi fino ad esaurimento delle uova.
Mettere in una padella possibilmente concava, tipo wok abbastanza olio, portarlo alla giusta temperatura.
Mettere un cucchiaio di impasto per ogni sfinci e fare friggere, se vedete che tendono a bruciacchiarsi abbassare la temperatura dell'olio, devo friggere fino a quando non si gonfiano più, in genere raggiungono una dimensione 4/5 volte all'impasto messo.
In mano in mano che le togliamo dalla padella, le adagiamo su un contenitore con al fondo della carta cucina, appena fredde, le possiamo farcire, le apriamo a metà senza staccarle e mettiamo dentro la farcia necessaria, chiudiamo e passiamo alla decorazione esterna, mettendo in un sac a poche con un beccuccio grande per permettere il passaggio delle scaglie di cioccolato e copriamo interamente la sfinci, guarniamo con granella di pistacchi tostato, ciliegia candita e con striscioline di buccia candita.

16 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ciao nino questo piatto è divino!!mamma mia gia dalla foto mi ha conquistato!!bacioni imma

Lo ha detto...

Nino...ahahh 12 uova????????????? ahahha però devono essere meravigliosi! un bacione

nino ha detto...

Ciao Imma
come devo fare con te? sei sempre gentilissima, con tutto ciò che ti trscuro molto.
Ciao un bacio

nino ha detto...

Lo, si 12 uova, come produttrice dovresti essere contenta ahahah
Ciao un bacio

Cristina B. ha detto...

Bellissimi, sicuramente buonissimi... ma infattibili in questa famiglia. Vabbè, li mangeremo solo con gli occhi.

Luca and Sabrina ha detto...

Nino, decisamente molto godurioso, ne abbiamo sentito parlare spesso degli sfinci, ma mai abbiamo avuto la fortuna di assaggiarli. La ricetta è tutto un programma, un insieme di tutte le cose più golose, persino i pistacchi per i quali andiamo matti. Che meraviglia di dolce, siamo già conquistati!
Bacissimi da Sabrina&Luca

77mele ha detto...

Ho fatto una passeggiata nel tuo blog e ne sono rimasta entusiasta, se non ti dispiace ti linko mi fara' piacere averti fra im iei amici e imparare qualche tua ricetta.

may26 ha detto...

(^_^) ciao Nino,wow!! che dose massiccia ihihi! lo so perchè ...per evitare di restare senza perchè finiscono in un baleno sunu troppu boni hihihihihi!!!(-_^) un abbraccio baci baci ♥♫

lytah ha detto...

Nino solo un bacio grande :-D
Ricettina meravigliosa!!!
taty

FairySkull ha detto...

Ciao Nino, queste si che sono delizie !!! Ciao !

Anicestellato ha detto...

Mai provati e sentiti ma di certo gustosissimi!
un abbraccio

manu ha detto...

premio amico mio!!!!un bacione

Mirtilla ha detto...

sei davvero un grande nino ;)

ilcatanese ha detto...

Ciao Nino ti ho aggiunto tra i miei food bloggers preferiti.

PS: ho notato però che il link che hai inserito del mio blog "Ricette di cucina facili e gustose" non funziona... attendo un tuo cordiale riscontro.

Cordialmente, ricetteinternazionali, alias ilcatanese.

chili ha detto...

The Samurai comprehended and stood by a rule so if a son was born into a Samurai family, his assured destiny was to be Samurai. The mom could teach him "Bushido" which is the "way of the warrior" and the term is the code so is depleted by all the warrior classes.

sealey tools
article writing services

liew dow ha detto...

No Maria, the shame of our phoney banking system added to no regulation will cause the " house of cards to all fall down"

red wine stain

electronic cigarette